giovedì 18 maggio 2017

L'aperitivo più economico d'Italia

Chiaramente non c'è la controprova, ma considerate che tutto quello che c'è in foto, servito al tavolo, è costato un euro.




Se conoscete un posto più economico (o anche altrettanto o poco meno economico) fatecelo sapere.
Tutto ciò al bar The Cube, Largo Umberto I a Castellaneta (Ta) ad aprile del 2017.


lunedì 6 febbraio 2017

Amok - Siem Reap

Street 9 (the lane)
Siem Reap è tappa importante nel banana pancake tour, essendo il punto di partenza per visitare i templi di Angkor. Le sue strade quindi sono piene di servizi come nessuna città in Cambogia.
Discover Cambodia
Anche per mangiare ci sono ristoranti di tutti i tipi e per tutte le tasche. Si può fare una eccellente cena completa anche servendosi alle ricchissime bancarelle di street food (insetti a parte, quelli sono più che altro per le foto dei turisti).
Solo un tris di sorbetti, sia pure esotici
Volendosi trattare meglio si può provare il cambodian BBQ, una sorta di bourguignonne con verdure e noodles che cuociono nell'acqua mentre un assortimento di pezzi di carne (per i curiosi ci sono coccodrillo, squalo, rana o canguro) possono essere grigliate sulla parte asciutta della pentola. O meglio l'Amok, che è il piatto nazionale khmer e anche un ristorante piuttosto curato, con un piatto degustazione di quattro Amok differenti (12 dollari) oppure il piatto discover Cambodia (15 dollari) con zuppa di pollo, amok di pesce, insalata di Papaya, riso e tris di sorbetti. Piatti singoli a 7-8 dollari. Da bere, a parte la leggendaria birra alla spina a 0,50 dollari, biglietto da visita della Cambogia, c'è una carta dei vini, soprattutto bottiglie australiane, che possono più che raddoppiare il costo della cena.

martedì 31 gennaio 2017

Kat's kitchen - Chiang Mai

17, Ratchamanka Rd
A Chiang Mai non è certo un problema mangiare e bere con poco, ma questo ristorante in una strada vicinissima a Tha Pae ma piuttosto tranquilla, con un gruppo di simpatiche signore a servire ai tavoli, anche se i proprietari sono due farang,  ha anche i giusti livelli di cortesia, tranquillità e volume ed è quindi molto frequentato dai long time residents.
Koi soi
Aperto da colazione a cena, presenta un menu esteso in cui non mancano i tipici piatti di Chiang Mai e della Thailandia: Pad Thai, Koi Soi, Papaya Salad.
Papaya salad
Di tutti i piatti chiedono se spicy: rispondete di sì solo se  molto convinti.
Da bere le consuete birre thailandesi (Chang o Leo 90 baht), succhi di frutta fresca e, per i temerari, vino al bicchiere.

giovedì 26 gennaio 2017

Dim Sum - Hong Kong

Nathon Road, 81, Kowloon, Hong Kong
Se si va a Hong Kong bisogna assaggiare il Dim Sum, una serie di piccole porzioni di piatti (ravioli, involtini, stufati) accompagnati da tè,che si mangiano a colazione o a pranzo, qualcuno le paragona a una versione cinese delle tapas. Per non trovarsi in un locale per turisti, meglio allontanarsi da Victoria e dirigersi almeno a Kowloon.
Se ci si allontana di più si possono trovare posti ancora più autentici, dove però non si parla inglese e non sapreste bene cosa ordinare.
Il locale senza nome all'inizio di Nathon Road, è una giusta via di mezzo. I clienti sono principalmente cinesi, ma il menu illustrato con spiegazione in inglese dimostra che qualche straniero prima di voi deve esserci passato.
Il menu prevede una trentina di piatti. 2-3 piatti bastano per un pasto completo (e chi va in gruppo può assaggiare più cose). Per ordinare bisogna compilare il foglietto con numeri e caselle che viene portato assieme al menu.
A pranzo i prezzi vanno da 15 a 25 dollari di Hong Kong, più il te a 6 dollari.
La sera i prezzi crescono e per una versione più ridotta del menu i piatti sono tutti sui 30-35 dollari e il tè sale a 10.
Dim Sum: ravioli di Shangai, ravioli trasparenti e dumpling bicolori